Questo sito utilizza dei Cookie tecnici, essenziali per il corretto funzionamento dei servizi offerti dal nostro sito quali l' autenticazione. L'utilizzo di cookies tecnici non necessita di alcun consenso. Vi sono dei Cookie statistici (vedi pagina per informazione) Il programma di statistica è Google Analytics. Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Se non sei d'accordo con l'uso di questi cookies conludi la tua navigazione. Per fare delle domande ti devi registrare
  • Registrati
Benvenuto in Allergia e dermatite Domande&Risposte, dove potrai porre quesiti e ricevere risposte su allergie e malattie della pelle da uno specialista in dermatologia e allergologia. Tutte le informazioni non sostituiscono la visita medica nè rappresentano un invito alla automedicazione. Google+
Allergologo a Messina: Prenota una visita medica

Confusione diffusa tra allergie e intolleranze

Ciao a tutti.

ho da poco scoperto di essere allergica al latte, al grano e ai gamberi (cosa che non mi riguarda perchè sono vegetariana). il tutto è emerso in seguito ad accertamenti tramite IgE a causa di una diarrea cronica per qualche mese, al rientro da un viaggio in asia (dove ho assunto un forte antibiotico contro la sinusite). da anni, perchè sono anni che sono vegetariana, soffrivo di gonfiore addominale ma ho sempre sottovalutato la cosa dando la colpa all'elevata quantità di fibre che assumo con la mia dieta. sto sperimentando in queste settimane cosa e in che quantità al mio corpo da fastidio. guardandomi un po' in giro, nella scelta di nuovi alimenti, mi trovo spaesata dalla diffusa confusione al riguardo. che differenza (chimica/alimenti da evitare/cura) c'è tra allergia al latte e intolleranza al lattosio? e che differenza c'è (chimica/alimenti da evitare/cure) tra celiachia, intolleranza e allergia al grano?
quesito posto 23 Gennaio 2013 in Allergie alimentari da emmacosimo

1 Risposta

Intolleranza alimentare lattosio

Come si manifesta una intolleranza al lattosio?

I sintomi più comuni della intolleranza al lattosio sono gastrointestinali: dolore addominale, crampi addominali diffusi, gonfiore e tensione intestinale, aumento della peristalsi con borborigmi, meteorismo, flatulenza e diarrea con feci poltacee, acquose, acide, che insorgono da uno a poche ore dopo l’ingestione di latte o derivati o comunque di alimenti contenenti il lattosio. Tuttavia talvolta i sintomi della intolleranza al lattosio non sono così specifici: altri disordini come la allergia alle proteine del latte, reazioni allergiche ad altri cibi, o intolleranze ad altri zuccheri possono causare sintomi simili.

Quale quantità di lattosio è necessaria per provocare i sintomi della intolleranza?

Si stima che occorrano più di 240 ml di latte al giorno (12 grammi di lattosio) per causare sintomi in soggetti con carenza di lattasi. L’insorgenza della sintomatologia è anche dipendente dalla qualità del pasto e dal cibo associato, in quanto è legata alla velocità di svuotamento gastrico: se il lattosio si sposta rapidamente dallo stomaco ad un intestino con bassa attività lattasica, i sintomi saranno più veloci ed evidenti. Quindi se il lattosio viene ingerito insieme a altri zuccheri (specie quelli semplici), che aumentano la velocità di svuotamento gastrico, i sintomi sono più probabili o più intensi, mentre se viene ingerito insieme a grassi, che riducono la velocità di svuotamento gastrico, i sintomi possono essere molto ridotti o addirittura assenti.

Cosa succede nella vera allergia al latte, a differenza della intolleranza

Nell'allergia bastano piccole quantità di latte per provocare reazioni anche gravi! Nell'intolleranza al lattosio bisogna superare un certo dosaggio. Quindi l'intolleranza alimentare non è una allergia più leggera, ma un disturbo di malassorbimento molto diverso.

Gluten sensitivity: sintomi simili alla celiachia

Nela Gluten Sensitivity  dopo l’ingestione di glutine compaiono sintomi simili a quelli della celiachia e del colon irritabile ( dolori addominali, meteorismo, diarrea alternata a stipsi)  ma alla biopsia non c’è atrofia dei villi intestinali e gli anticorpi della celiachia sono normali. Inoltre nella gluten sensitivity i disturbi compaiono dopo poche ore, nella celiachia si possono presenatre dopo giorni o mesi.  Ma non si tratta di una allergia al grano, molto più rapida e più grave.

La causa della gluten sensitivity

La causa della  Gluten Sensitivity è un difetto dell’immunità innata, che reagisce in poche ore al glutine, percepito come proteina nemica. Finalmente tutti i soggetti che avevano disturbi con i farinacei (pasta e pane) ma a cui nessuno credeva perchè la biopsia era negativa, saranno curati adeguatamente. L'unico problema sarà riconoscere a queste persone, in Italia circa 3 milioni, il diritto al  rimborso delle spese sostenute per gli alimenti privi di glutine.

http://www.allergo.it/gluten-sensitivity

http://www.allergo.it/dieta-celiachia-allergia-glutine-gluten-sensitivity

 

Dr Arena Antonino

risposta inviata 2 Febbraio 2013 da Arena
...